Gas fluorurati a effetto serra | METHA Consulting Milano

Gas fluorurati a effetto serra - Pubblicazione sanzioni e scadenza per operatori di settore

08.04.2013 | AMBIENTE

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 74 del 28 marzo 2013, il Decreto Legislativo 5 marzo 2013, n. 26 recante la Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al Regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. Per maggiori informazioni, si veda la pagina dedicata del Ministero dell'Ambiente.

 

Persone ed imprese devono iscriversi al Registro entro 12/04/2013 e comunque prima di iniziare l’attività.

Tale Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate è istituito, presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare ed è consultabile al seguente indirizzo: http://www.fgas.it/Ricerca

Sono tenute all’iscrizione al Registro le persone e le imprese che svolgono le attività previste dall’articolo 8 del DPR 27 gennaio 2012 n. 43.

Le persone, dopo essersi iscritte al registro, devono ottenere un certificato rilasciato da un organismo di certificazione accreditato a seguito del superamento di un esame teorico e pratico.

Le persone che effettuano attività di recupero di gas fluorurati dagli impianti di condizionamento d'aria dei veicoli a motore devono disporre invece di un attestato rilasciato da un organismo di attestazione a seguito della partecipazione ad un corso di formazione.

Per alcune delle attività disciplinate dal DPR, le imprese devono essere in possesso del certificato rilasciato da un organismo di certificazione a seguito della verifica del possesso dei requisiti (personale e strumentazione).

I soggetti che rilasciano tali certificati sono gli organismi di certificazione designati dal Ministero e gli organismi di attestazione.

Gli organismi NON possono rilasciare certificati e attestati a persone e imprese non iscritte al Registro.

Le persone ed imprese che possiedono i requisiti e intendono avvalersi del certificato provvisorio, valido per 6 mesi dalla data di rilascio, presentano, via telematica, una domanda alla Camera di Commercio unitamente alla domanda di iscrizione al Registro.

La Camera di Commercio competente rilascia i certificati provvisori entro 30 giorni dal ricevimento della domanda.

Il certificato provvisorio non è rinnovabile e può essere richiesto solo dai soggetti che già svolgono le attività e si iscrivono entro 60 giorni dall’avvio del registro.

 

ULTIMI TWEET